Sto leggendo (e ho letto recentemente)

  • Vari libri di Hard SciFi
  • Master & Commander
  • Endymion

25 December, 2006

Gunbuster, Dynamic e tanti caratteri

ho messo online, vista la richiesta, la mia veeeecchia recensione di Gunbuster che avevo fatto per Dynamic italia, su richiesta di Michele Gelli.
Se avete veramente voglia di leggerla tutta (spoiler alert!) siate clementi... =) ero giovane.



P.S. Vi starete domandando dove abbia messo online il testo; Tempus Fugit, avevo dimenticato di mettere il link

piccoli aggiornamenti

è finito il crunch lavorativo, sta finendo quello teatrale, con l' occasione del genetliaco del ragazzo di betlemme ho qualche momento libero per fare due cosine sul blog. Ho aggiunto la lista dei libri che ho letto (quello più in alto è quello che sto leggendo), sto compilando una lista delle mie cose preferite (credo la dividerò in generi... anche se forse richiederebbe troppa concentrazione da parte mia =) ), qualcuno potrebbe essersi accorto che ho aggiunto un link con alcune foto etc.

20 December, 2006

11 December, 2006

Wii: L'arma finale




ho recentemente scoperto che la nuova nato della nintendo, ha un piccolo bug nella connessione tra l'hardware e il "wetware". A quanto pare, il braccialetto che servirebbe a tenere il "remote" saldamente attaccato al polso nel caso scivoli durante un rapido movimento, incredibilmente non è abbastanza resistente. Questo, soprattutto nel bowling (dove per lanciare la palla basterebbe riasciare il pulsante, ma molti rilasciano il remote) ha provocato una serie di più o meno disastrosi incidenti.

quello che vi faccio vedere è secondo me il più spettacolare...


(PS. Ho trovato questa immagine che illustra delle più sicure alternative al braccialetto in dotazione)

08 December, 2006

Cose serie

Qualcuno potrebbe domandarsi perchè io non stia scrivendo nulla di "serio" su questo mio blog... chessò, profonde riflessioni, interessanti analisi, curiose rivelazioni, scritti in prosa o poesia...
Me lo domando anche io...
Uno dei motivi è certamente che non ho tempo di farlo. Scrivere seriamente richiede impegno (perlomeno non sono al livello da poterlo fare senza impegno... ma d'altro canto, se non ci volesse impegno, non ci sarebbe serietà...), e non ho voglia di dedicarlo a questo piccolo ritaglio della grande rete.
Un altro è che non sono praticamente mai soddisfatto di quello che scrivo, e anche se fossero solo i contenuti ad avere importanza, se sono insoddisfatto della forma perderei troppo tempo a pensare e cancellare e riscrivere.
Infine, ho deciso spontaneamente di tenerlo leggero. Non penso di dovermi impegnare a dimostrare profondità (o almeno spero sia così, sia per quanto riguarda il non doverlo dimostrare, sia per quanto riguarda poter avere effettivamente una profondità, e non essere semplicemente, chessò, una sagoma bianca disegnata vicino a una macchia di sangue), visto che l' ho creato quasi unicamente (non so a chi si riferisca il quasi, ma lasciamo aperte le porte) per i miei amici, con lo stesso spirito con cui si mostra la foto della patente di anni e anni fa.

07 December, 2006

Ore no uta wo Kike!!

"ascoltate la mia canzone!", che è una delle frasi tipiche dell'altrimenti piuttosto laconico protagonista di Macross 7...

Ah, poche cose mi riportano con spleen al mio periodo di otaku come Macross 7... probabilmente perchè è stato un po' a cavallo di quel periodo dolceamaro (prima dolce, poi amaro).
E' una serie non molto ben vista, perlomeno in italia (o perlomeno tra la maggior parte degli "appassionati" che conoscevo.
D'altro canto, dicono "è quella roba dove pilotano i valkyrie suonando la chitarra", e non puoi dirgli che sia falso;
la cloche del VF-19 di Basara è una chitarra.
la usa per pilotarlo.
cantando.

Ma non è questo il punto.

Uno dei punti potrebbe essere che, dopo Macross, per la prima volta si riuniscono i principali fautori dell' Anime originale. Anche nell'eccellente Macross Plus, mancava Michimoto.

Ma il nexus è che, una volta assorbito nel suspension of disbelief, Basara mi ha (e ci ha, perchè eravamo in 3 a seguire in modo appassionato la serie) completamente conquistato.
Abbiamo,io John e Enrico, passato notti intere, dalle 10 di sera alle 8 del mattino, a guardare Macross7 (e altro), a vedere come quell'incredibile personalità di Basara si sarebbe comportata nelle varie vicende.

Potrei veramente passare ore a parlarne (già fatto in passato).
Ma non vi tedierò che su richiesta.

P.S. Non avendo il tempo di scriverla, ho trovato che la descrizione da wikipedia di Basara andava a mio genio. Scusate l'inglese...

Basara is a very emotionally-driven pacifist who fanatically believes in the power of music and emotion over physical might. He cares little for anything other than his music, and seems oblivious to events around him; in particular he does not notice the feelings women have for him, including Mylene and female biker Rex. The only emotions he ever expresses to any degree are wild enthusiasm for his concerts and angry frustration at those who fail to "understand" his songs; the rest of the time he maintains a nonchalant, almost contemptuous air, addressing everyone in casual Japanese language. A free spirit, he goes wherever he pleases and frequently arrives late at Fire Bomber's concerts (often making his entrance by parachute), believing they cannot start without him. However, when alone he sings songs expressive of his moods, the only way he can cope with his emotions.

benkyo

benkyo benkyo benkyo benkyo benkyo benkyo benkyo benkyo benkyo benkyo benkyo benkyo obenkyo wo

06 December, 2006

L'allenamento della Ginestra

E' giustamente duro.

L'allenamento di Kali è pesante, anche perchè è il venerdì sera, dove giustamente arrivo già abbondantemente stanco.

L'allenamento di Kung Fu non sarebbe stato di per se particolarmente pesante, la ginnastica morbida faceva sudare, ma molti di noi (io ero uno di quelli) quando eravamo in allenamento libero, ci impegnavamo al massimo e ci riempivamo di lividi.

Sollevamento pesi, spingevamo e sollevavamo un sacco; mi ricordo le soddisfazioni.

Anche judo non era leggero, soprattutto nella lotta a terra, o in alcune occasioni... uno dei ricordi pià vividi degli allenamenti di judo sono le mie gocce di sudore che cadevano dal mio viso sul tatami mentre facevo piegamenti sulle braccia fino a non potermi più sollevare. Ripensandoci, avevo anche da piccolo questa attitudine a sforzarmi... basket, nuoto, gli allenamenti delle superiori...ah, non ricordo più quali altri sport ho provato.

Nulla mi sembra così potente come l'allenamento che sto facendo ora il mercoledì.
E stiamo migliorando. Aggiungeremo i pesi. Faremo il Tabata come andrebbe fatto.

Certo, comincio generalmente l'allenamento già stanco... il mercoledì è una giornata impegnativa, ma questa non è una giustificazione per il respiro affannato, per il sudore che scorre copioso e cade a gocce serrate sul pavimento, per la dolce sensazione, alla sera, dei muscoli indolenziti.

Mi considero una persona allenata... non ho più il tempo di allenarmi un'ora al giorno come facevo un paio di anni fa, ma mi sono allenato quest'estate, ho fatto tanta bicicletta, e un po' di allenamento lo faccio ogni giorno.
E vedo le ragazze, vedo i meno allenati tra di noi, che ogni mercoledì portano fino in fondo un allenamento che a me pare piuttosto duro. Giustamente duro, perchè nella scherma medievale, come nelle altre cose, mi piace pensare di impegnarmi.

Beh, vedo questi miei amici, queste mie amiche, fare questo allenamento...
e ne sono dannatamente orgoglioso.

05 December, 2006

Untitled

Non nel senso che sia senza titolo, ma che il titolo di questo post è "untitled".
Untitled è il nome del file di una ambientazione fantascientifica su cui stiamo lavorando io e Antonio (Antonio nonostante, o forse proprio poichè, sia un informatico, non ha a mia saputa nessun riferimento linkabile a parte la mail). In realtà, ci sto lavorando più io che lui, ma d'altro canto, da oramai una decina d'anni sono sempre stato abituato ad avere qualcosa di creativo su cui pensare nei momenti in cui il mio cervello non è assorbito in qualcos'altro (ad esempio quando cammino, vado in bicicletta, ecc), ed avendo completato la Campagna, che mi ha tenuto occupato negli ultimi 5 anni, mi era rimasto un buco. Non ha ancora un titolo, appunto, questa ambientazione, e si sta ancora sviluppando come brainstorming... da alcune cose, sono venuti fuori dei parallelismi con la "colonizzazione" dell' america, dunque A aveva proposto "new worlds"... che potrebbe essere sensato, a parte che non vedo il motivo di usare l'inglese... a me piacerebbe "brave new worlds", ma è, "s" a parte, già stato usato. Di per se, io mi sono oramai affezionato a "untitled", e dunque mi piacerebbe trovare una variazione o un collegamento a questo...
Ne parlerò ancora, magari anche dei contenuti, a parte il titolo...

Domenica

Anche se non ho il tempo, e, probabilmente, non avrò mai la capacità di ringraziare con grazia (l'allitterazione è casuale infatti) e stile come Serena, che riesce a farti venire voglia di farle un piacere già solo per essere ringraziati - senonchè perchè è una delle persone amiche folli, extra-ordinem e eccepienti che godono della mia ammirazione (e ammetto di poter essere di parte, ma i fatti mi smentiscono) e che più hanno influenzato la mia vita, non posso lasciare lei ci ringrazi e io non faccia altrettanto. Dunque ringrazio Serena, ringrazio Camilla, ringrazio Antonella, ringrazio Michela, e perchè no, ringrazio anche Mirko anche se tutto sommato è venuto solo per Michela =p (ma è comunque tornato utile, perchè Mirko conosce tutti e tutti conoscono Mirko).
Ringrazio le ragazze anche per essersi prestate a servire l'uva =)

In ultimo, devo dire che ho provato una certa soddisfazione nel vedere LEI per una volta partire in treno, e IO rimanere sul marciapiede.